L’importanza dell’igiene negli asili nido

asilo nido torino

Una simpatica bimba gioca in tutta sicurezza grazie alla cura per l’igiene dell’asilo nido torino

Il sistema immunitario dei bambini al di sotto dei 6-7 non è ancora del tutto maturo: in generale, più il bambino è piccolo e più il suo corpo fa fatica a reagire davanti a un attacco esterno. Ecco perché gli ambienti con cui i bambini vengono a contatto devono rispettare determinate norme igieniche. Il discorso vale ancora di più per i bambini degli asili nido, che a seconda dell’età sono ancora in attesa di assimilare i benefici del programma vaccinale. Per questo in un asilo nido Torino l’importanza dell’igiene è assolutamente primaria ed è propedeutica alla stessa agibilità dell’edificio che ospita l’asilo: se gli spazi non rispettano i requisiti indicati per legge, l’attività non può ricevere il benestare delle autorità. Per esempio, nella struttura che ospita una scuola dell’infanzia, gli ambienti devono essere areati con una certa frequenza, l’umidità non può superare il 60-70% e gli impianti di condizionamento devono essere manutenzionati spesso per evitare infiltrazioni di polvere. I rifiuti devono essere smaltiti prima possibile e allontanati dall’edificio e dalle aree fruite dai bambini.

asilo nido torino

Asilo nido torino

La normativa investe sia la pulizia degli ambienti e del materiale didattico, a carico di personale specializzato, che la preparazione dei pasti secondo canoni prestabiliti. In un asilo nido Torino, le educatrici si occupano anche dell’igiene durante il cambio: i bimbi del nido indossano ancora il pannolino e necessitano di una cura adeguata durante il momento del cambio. I giocattoli finiscono spesso e volentieri in bocca e quindi devono essere spolverati e controllati periodicamente. Si evita inoltre di introdurre nelle aree gioco dei nidi i giocattoli non lavabili, lasciando spazio a materiale che si può facilmente spolverare. Per l’igiene personale oramai si preferisce l’utilizzo di materiali monouso, come i fazzoletti durante i pasti o per tamponare nasini colanti, materiale che viene smaltito il prima possibile e mai utilizzato su più di un bambino. Dopo aver svolto determinati tipi di attività, come la pittura, il gioco all’aria aperta o il modellamento dell’argilla, il personale si assicura che tutti i bambini si lavino le mani ed eventualmente il viso, a cui si aggiunge anche l’impiego di spazzolino e dentifricio dopo i pasti principali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*